Primavera/Estate 2010. La Triumph che si indossa

,

La moda, si sa, prende sempre spunti dal passato. La nuova collezione abbigliamento e accessori Triumph 2010 non fa eccezione.

Il passato a cui si ispira è quello delle grandi leggende legate al mondo dei motori, delle competizioni e del cinema, che hanno reso Triumph protagonista e allo stesso tempo un marchio immortale.

Miti del passato che si riaffacciano costantemente sul presente, come Marlon Brando, Steve McQueen, il lago salato di Bonneville, Buddy Elmore e la 200 miglia di Daytona, per fare alcuni esempi.

Forme e grafiche come vuole la tradizione, confezionate con materiali e tessuti innovativi e tecnologici.

La Brando Jacket è la replica fedele della giacca di pelle indossata da Marlon Brando nei panni di Johnny Strabler, protagonista del celeberrimo film “Il selvaggio” del 1953.

Sul fronte la scritta “Johnny” e sul retro il logo BRMC, ossia Black Rebels Motorcycle Club, il gruppo di motociclisti di cui Johnny Strabler era il leader.

Brando Jacket

Ispirata alla giacca che Steve McQueen indossò durante l’International Six Days Trial, la McQueen Jacket è naturalmente realizzata con i più moderni materiali, tra cui la microfibra, membrane anti-acqua e anti-vento traspiranti.

McQueen Jacket

Tra le nuove T-Shirt, spiccano senz’altro la Daytona 200, che celebra la famosa vittoria di Buddy Elmore alla 200 miglia di Daytona del 1966 e la Sixty8 Stripe, new entry nella collezione Sixty8 ispirata ai record di velocità battuti da Triumph sulle Salt Flats di Bonneville nello Utah.

Daytona200 e Sixty8 Stripe

Questi sono solo alcuni modelli della nuova collezione che da marzo è disponibile nei concessionari Triumph. Accanto ai prodotti tecnici Triumph by Alpinestars, anche nuovi capi per donna e bambino.

1 commento
  1. Massi
    Massi dice:

    Io ho la giacca McQueen e semplicemente non riesco più a togliermela di dosso! Troppo bella e troppo comoda! E piace, piace 🙂

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento